Opinione degli studenti

Dall’analisi dei dati pubblicati dal Sistema Informativo Statistico per la Valutazione della Didattica Universitaria sul sito
https://valmon.disia.unifi.it/sisvaldidat/uniroma2/index.php (accesso 8/9/2017) e dalla sezione 7 del questionario Almalaurea
risulta che la soddisfazione degli studenti di questo CdS rimane mediamente molto alta.
Con riferimento ai dati Valmon, su una scala da 1 a 10, queste sono le valutazioni complessive per i seguenti punti:
– percezione sul carico di studio complessivo: fra 7,7 e 8,6 a seconda della sezione di campione presa in esame, con una
soddisfazione maggiore per coloro che hanno frequentato regolarmente (dal valore D1, indicatori Valmon);
– percezione sulla accettabilità della organizzazione: 7,7 se si considera il campione completo, 8,5 se si restringe il campo ai
frequentanti;
– chiarezza e disponibilità da parte del docente: il giudizio sulla chiarezza dell’esposizione è complessivamente 8,6 (indicatore
D13), valore che raggiunge il 9,2 con particolare riferimento alla disponibilità del docente a fornire chiarimenti e spiegazioni
(indicatore D6);
– adeguatezza delle strutture: il dato si attesta sul 7,6, indipendentemente dalla sezione di campione presa in esame.
Incrociando i dati con i giudizi dei laureati 2016 (Almalaurea), emerge un quadro simile, con l’88% degli intervistati che si dichiara
soddisfatto del Corso di Laurea (33,9% decisamente sì, 54% più sì che no), e il 70% che si iscriverebbe di nuovo allo stesso
corso presso lo stesso ateneo (dato più alto rispetto allo stesso Corso di Laurea all’Università di Bologna 63%). Per quanto
riguarda il carico di studio, il 30,6% lo ritiene decisamente sostenibile, e il 56% complessivamente sostenibile (più sì che no). La
relazione con i docenti è valutata positivamente dal 92% dei laureati (26,6 decisamente soddisfatti, 65,3 complessivamente
soddisfatti). Entrambi i dati sono sostanzialmente in linea con le rilevazioni relative all’Ateneo bolognese. Le strutture ricevono
invece giudizi più contrastanti. Con riferimento alle aule, la metà circa degli studenti le valuta raramente adeguate (48,4% a fronte
di un 43,5 che le valuta spesso o sempre adeguate), mentre è generalmente considerato insufficiente il numero delle postazioni
informatiche (il 63,7% le ritiene presenti in numero non adeguato), e degli spazi per lo studio individuale (secondo il 55% presenti
in misura non sufficiente. Su tutte questi tipi di strutture, il giudizio dei nostri laureati è decisamente più negativo di queello dello
stesso corso presso l’Università di Bologna. Decisamente migliore è il giudizio sulla biblioteca, di cui il 34,7% degli intervistati si
ritiene molto soddisfatto, e il 53,2% si dichiara abbastanza soddisfatto, in linea con i risultati del corso preso come termine di
paragone.