Consultazioni mondo del lavoro

Nell’anno accademico passato e in quello in corso si è avviato anche un percorso di ricerca sui profili linguistici richiesti nel mondo del lavoro, facendo riferimento ad un modello corrente di analisi dei bisogni, volto a declinare in chiave professionale il Quadro europeo di riferimento delle lingue. Se infatti è chiaro cosa preveda la formazione linguistica in ambiti fortemente specialistici (es. comunicazione d’impresa, medicina, ingegneria), la formazione linguistica in ambito umanistico ha carattere più generale, anche se poi il laureato in lingue impiegato presso realtà produttive o del terzo settore dovrà acquisire familiarità con il discorso specialistico della comunità professionale di riferimento. Sarebbe quindi auspicabile riuscire a definire meglio i bisogni linguistici dei laureati LLEM, in relazione alle prospettive di impiego, e a tal fine si è chiesto agli istituti Nazionali di Fisica di Frascati, che durante il career day si era mostrato particolarmente interessato ai profili LLEM, sollecitando anche un incremento dei tirocini, di poter svolgere interviste ai dipendenti ai fini di ‘tracciare’ alcuni profili linguistici.

Interlocutori privilegiati sono inoltre alcuni rappresentanti del settore del doppiaggio, che sono stati coinvolti in un ciclo di seminari (Organizzati da D. Guardamagna, coordinatrice di un Master di primo livello in traduzione audiovisiva e adattamento, inaugurato nel 2018/19), rivolti a studenti LLEM e LLEA. Se infatti l’adattamento richiede competenze specifiche che esulano dall’offerta formativa del CdL, le competenze linguistico-letterarie acquisite da uno studente LLEM, debitamente affinate, possono essere impiegate ai fini della traduzione per il doppiaggio.

E’ stato istituito un “comitato di indirizzo” (LLEM-LLEA) con alcune aziende e organismi in occasione del workshop dal titolo IL VALORE DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE E LETTERARIE: PROFILI TRADIZIONALI E NUOVE FIGURE. All’incontro, tenutosi il 13 novembre 2019 presso la Macroarea di Lettere e Filosofia, hanno partecipato: Carlo Carabba, Editor Narrativa italiana della casa editrice internazionale “Harper & Collins”, e Stefano Petrocchi, Direttore Fondazione Bellonci.
Il 10 dicembre 2019 la Coordinatrice, Elisabetta Marino, coadiuvata dalla Vice-Coordinatrice, Rossana Sebellin, ha organizzato presso la Macroarea un incontro con Michela Bennici e Lidia Sirianni (Agenzia letteraria Bennici & Sirianni) e con Eva Ferri (Edizioni E/O) per illustrare agli studenti e alle studentesse i passi fondamentali per intraprendere le professioni di agenti letterari e per lavorare nelle case editrici (ricoprendo vari ruoli, non soltanto quello di traduttore).
Il 23 gennaio 2020 Elisabetta Marino ha organizzato, sempre presso la Macroarea, un incontro con Antonello Guerrera (corrispondente da Londra per il giornale ‘La Repubblica’ e laureato in LLEM) che, rispondendo alle numerose sollecitazioni dei partecipanti, ha fornito utili consigli per iniziare la carriera giornalistica.

Consulta la pagina degli Stages e Tirocini sul sito
http://www.lettere.uniroma2.it/pagina-base/stages-tirocini